Migliorare la sicurezza degli endpoint

Gli endpoint restano uno dei vettori di attacco più vulnerabili per le aziende. E, dato che il numero di endpoint all'interno dell'organizzazione si sta espandendo ogni giorno a causa dell'uso sempre più esteso di dispositivi mobile e IoT, le aziende devono adottare un approccio su più fronti per la sicurezza degli endpoint, che include funzionalità di monitoraggio, rilevamento delle minacce e IAM migliorate.

Proteggi gli endpoint da cyber threat avanzate impedendo agli attacker di utilizzare credenziali compromesse per accedere ai sistemi e utilizzando una soluzione di monitoraggio degli endpoint in grado di rilevare attività malevole che sfuggono agli altri sistemi.

RSA NetWitness® Endpoint

Monitora tutti i processi, i file eseguibili e i comportamenti in tutti gli endpoint (server, desktop, laptop), all'interno e all'esterno della rete, e blocca processi e file malevoli con una singola azione.

RSA SecurID® Access

Proteggi l'azienda e gli endpoint con un sistema IAM completo e l'autenticazione a due fattori, che unisce l'accesso sicuro a un'esperienza utente senza problemi.

Vantaggi

Acquisizione di visibilità e controllo della governance, della gestione e dell'accesso degli utenti (normali o con privilegi) durante il ciclo di vita delle identità, contribuendo a ridurre al minimo i rischi correlati alle identità e semplificare gli obblighi di conformità.

Capacità di rispondere definitivamente a domande complicate quando si verifica un attacco informatico: Quanto è grave la situazione? Com'è successo? Come correggiamo il danno?

Riduzione del rischio per il business tramite controlli degli accessi pratici e sicuri, tra cui l'autenticazione a due fattori e il Single Sign-On, per confermare che le persone siano realmente chi dicono di essere.

Maggiore velocità di cyber incident response e prevenzione della diffusione degli attacchi grazie alla possibilità per i team addetti alla sicurezza di inserire nella blacklist i file malevoli, quindi bloccarli e metterli in quarantena con una sola azione in tutti gli endpoint infetti.

Informazioni pratiche sulle identità e sugli accessi per proteggere l'azienda e ridurre al minimo i disagi per gli utenti.

Riduzione della “desensibilizzazione agli alert” tramite segnalazione di endpoint sospetti, definizione delle priorità in base a un algoritmo di assegnazione del punteggio di rischio intelligente, filtraggio di falsi positivi e una chiara indicazione visiva del livello di minaccia relativo a ciascun endpoint.

Risorse

White paper

  • Come colmare il divario di competenze con l'analisi e l'apprendimento automatico Siamo tutti consapevoli della carenza di professionisti qualificati in tema di sicurezza e del fatto che il problema continuerà a crescere. Un report di Frost & Sullivan e (ISC) prevede oltre 1,5 milioni di posti vacanti nel settore della sicurezza informatica in tutto il mondo entro il 2020. Dal momento che non è possibile assumere più personale per far fronte alle sfide della sicurezza informatica in continua evoluzione, questo white paper illustra i diversi approcci da utilizzare per integrare e automatizzare i sistemi e ottimizzare il lavoro dei professionisti della sicurezza già disponibili.
  • RSA NetWitness - È ora di agire: come accelerare il rilevamento delle minacce e la risposta Tutte le tecnologie messe in atto negli anni dai responsabili della sicurezza hanno avuto l'effetto cumulativo di complicare il compito dei team di rilevare e affrontare le minacce di priorità più elevata. L'approccio “new threat, new box” ha creato più alert di quanto qualsiasi team addetto alla sicurezza possa realisticamente gestire e ha reso molto più difficile il compito degli analisti di avere un quadro completo. È possibile migliorare e persino accelerare le funzionalità di rilevamento delle minacce e di risposta dell'organizzazione, nonostante il caos e senza dover assumere un esercito di cacciatori di minacce. Per scoprire come, consulta il nostro breve documento di tre pagine “È ora di agire: come accelerare il rilevamento delle minacce e la risposta”.
  • Ridefinizione dell'IAM: implementazione di un approccio automatizzato basato sul rischio Una nuova survey di IDG Research mostra che le aziende stanno prendendo questa direzione per rendere i programmi IAM più strategici ed efficaci. Per saperne di più, leggi questo report EY/RSA IDG Market Pulse.

eBook

  • Crisi di identità: autenticazione degli utenti nell'ambiente attuale in continua evoluzione Gli strumenti e i processi relativi alla gestione degli accessi e delle identità hanno percorso tanta strada, ma le aziende devono affrontare sfide sempre maggiori quando si tratta di autenticare gli utenti su reti e dispositivi sia personali che aziendali. Le attività di autenticazione degli utenti non potranno che aumentare vista la crescita dell'uso mobile e la diffusione dei protocolli IP verso altre aree dell'organizzazione.

Report degli analisti

  • Report sulla survey - Le lacune della gestione degli accessi e delle identità odierna puntano a necessari miglioramenti Questo report parla di quanto sia importante avere un piano tecnologico di gestione degli accessi e delle identità (IAM) nelle organizzazioni odierne. A nome di RSA, è stata condotta una survey indipendente con oltre 170 influencer e responsabili delle decisioni IAM per misurare le sfide, i problemi di conformità e le preoccupazioni principali correlati alla protezione degli asset più importanti e alla creazione di un accesso sicuro per gli utenti. Quali sono le caratteristiche di un approccio nuovo e più efficace allo IAM di livello enterprise, alla strategia e all'esecuzione? Scopri di più sulle nuove funzionalità IAM, sulla necessità di una migliore sicurezza, sulle prestazioni degli audit e sull'accesso da parte degli utenti in questo stimolante studio.

Video

  • Passaggio al cloud: sfide ed elementi chiave per la sicurezza del percorso Il percorso verso il cloud di ogni organizzazione è unico, ma questi percorsi sono guidati più spesso dal business che dalle esigenze tecnologiche. Di conseguenza, i team addetti alla sicurezza adottano un approccio stranamente reattivo. Lo slancio che spinge l'organizzazione ad addentrarsi nel cloud, insieme alla necessità di proteggere un ambiente di hybrid cloud e on-premise, pone sfide e minacce diverse. Quali sono pertanto le implicazioni per la sicurezza e cosa ci riserva il futuro?
  • Integrazione degli eventi relativi a identità e autenticazione per migliorare il rilevamento delle minacce SIEM La maggior parte delle organizzazioni ha implementato SIEM oltre alle tecnologie di gestione degli accessi e delle identità. Ma questi sistemi comunicano tra di loro? Unisciti a RSA e Ultimate Windows Security per conoscere le informazioni sugli eventi generate dalle tecnologie di gestione degli accessi e autenticazione e scopri come sia possibile utilizzare al meglio i dati all'interno della tua soluzione SIEM.
  • 6 fattori chiave per una verifica efficiente delle identità Ora che numerose applicazioni si sono spostate nel cloud e gli utenti continuano ad adottare la mobility, l'organizzazione deve impegnarsi ad accogliere appieno le nuove opportunità offerte da questo mondo senza confini. È il momento di allontanare il pensiero tradizionale da una concezione dell'autenticazione come evento statico occasionale verso una strategia di autenticazione più moderna che non richiede compromessi tra sicurezza e praticità. Unisciti all'esperto di identità RSA Jason Oeltjen per scoprire i sei elementi chiave da considerare nell'implementazione di una corretta strategia di verifica delle identità nell'organizzazione. Imparerai come porre fine al tiro alla fune tra la necessità di sicurezza e la necessità di praticità.
  • Affrontare il fattore di rischio dell'identità nell'era in cui è necessario soddisfare le esigenze in tempo reale Nel mondo digitale di oggi, i confini sono sempre più sfocati. In risposta alle esigenze di business più impellenti, le applicazioni cloud si stanno imponendo negli ambienti aziendali di tutto il mondo, spesso senza coinvolgere, o coinvolgendo poco, il reparto IT. In sostanza, dobbiamo trovare un modo per adeguarci al mondo del business odierno, ormai privo di confini, mantenendo la fiducia nella sicurezza e garantendo il rispetto di sempre più numerosi requisiti di conformità, secondo modalità che siano assolutamente semplici e trasparenti per i nostri utenti.
  • Novità di RSA SecurID® Access RSA SecurID Access, la soluzione di autenticazione a più fattori (MFA) più implementata al mondo, aiuta a garantire l'accesso sicuro in un mondo senza confini. RSA SecurID Access fornisce accesso comodo e protetto alle applicazioni on-premise, web, mobile e cloud ed elimina i punti ciechi dell'accesso offrendo visibilità e controllo sull'accesso all'interno dell'organizzazione. Guarda il nostro webinar per scoprire quali sono le offerte e i miglioramenti più recenti di RSA SecurID Access.
  • Webinar: Tendenze dell'autenticazione degli utenti 2017 Il panorama dell'autenticazione utente sta cambiando rapidamente. La progressiva sparizione del perimetro e la continua diffusione di applicazioni e dispositivi mobile basati su cloud stanno offuscando i vecchi confini, creando più isole di identità e costringendo le organizzazioni a ridefinire le strategie degli accessi e delle identità. Unisciti all'esperto di identità di RSA Tony Karam per scoprire le tendenze di autenticazione dell'utente del 2017 e come affrontare alcune delle domande sull'autenticazione più popolari.

Use case

  • RSA SecurID® Access: use case dell'accesso cloud La soluzione di autenticazione a più fattori nel cloud di RSA ha aiutato un'azienda di servizi finanziari a soddisfare le esigenze della propria base di utenti altamente mobile migliorando le prestazioni di audit.
“Molti malware che vediamo oggi sono notevolmente difficili da individuare, quindi consideriamo diversi client. RSA NetWitness Endpoint opera in modo straordinario consentendoci di rilevare questi malware sconosciuti e le persone che tentano di nascondersi nella nostra rete.”
​Rasmus Theede
​Corporate VP Group Security

KMD